Report fondi riduzione del rischio sismico.

Diego Schiavi Architecture & Design si è impegnato sin dal 2012 a diffondere sul territorio della regione Lazio la conoscenza dei "fondi per la riduzione del rischio sismico" per edifici privati (OPCM 4007/2012 – OCDPC 52/2013 – OCDPC 171/2014) informando direttamente i sindaci dei comuni interessati e i proprietari di vecchie case abitate e maggiormente suscettibili a subire danni in caso di sisma.

 

Di seguito un report degli importi finanziati per interventi di rafforzamento locale progettati e diretti da "DIEGO SCHIAVI ARCHITECTURE DESIGN":

 

Settefrati: 398.795.00 €
Gallinaro: 279.833,00 €
Sora: 55.000,00 €
Picinisco: 18.000,00 €
Tot: 752.128,00 €

(su un totale di 5.865.758,00 € finanziati in tutta la regione Lazio)

 

Euro finanziati per i progetti di DIEGO SCHIAVI ARCHITECTURE & DESIGN

Desaturated.

La saturazione di un colore esprime l'intensità di una specifica tonalità , il suo grado di purezza, cioè di non mescolanza con il bianco, con il nero o con il suo complementare.  

Una tinta molto satura ha un colore vivido e squillante; al diminuire della saturazione, il colore diventa più debole e tende al grigio.

  Foto:   pinterest.com
  Foto:   pinterest.com

 

 

La scelta di una palette di colori con una bassa saturazione e poco luminosi produrrà scenari rilassanti e, come nella pittura, per ottenere risalto in una parte dello spazio si possono usare in quella zona colori vivaci e saturi.



 

L'utilizzo di questa tecnica nell'interior design permette di creare ambienti unici e molto suggestivi. Buona visione!!

 

  Foto:   pinterest.com
  Foto:   pinterest.com
  Foto:   pinterest.com
  Foto:   pinterest.com
  Foto:   pinterest.com
  Foto:   pinterest.com
  Foto:   pinterest.com
  Foto:   pinterest.com
  Foto:   pinterest.com
  Foto:   pinterest.com
  Foto:   pinterest.com

WindowsWall.

Cercate un’idea particolare per separare i vostri ambienti? Oggi le soluzioni sono infinite. Puoi farlo con complementi d’arredo, tessuti, strutture in cartongesso..ma l’ultima tendenza è questa… pareti in ferro e vetro

 

 

Le pareti vetrate sono in grado di aumentare la percezione degllo spazio e definirlo in modo quasi virtuale; separano fisicamente gli ambienti senza comprometterne la luminosità, donando ampio respiro a tutta la casa. 

 

 

Questi serramenti, usati in passato principalmente all'esterno per creare verande, serre o locali workshop, oggi entrano all'interno delle abitazioni per dividere creativamente; è possibile ricavare dei veri e propri "volumi nei volumi", interamente vetrati e in parte apribili, destinati ad accogliere un giardino interno, una stanza per bambini, una cucina o, perché no, una camera da letto!!

 

Easy restyling. Before & After.

Quante volte hai pensato, guardandoti intorno, seduto al tavolo della tua sala pranzo o sul tuo divano: "voglio modificare questa casa, stravolgerla, renderla più luminosa..rinnovarla completamente..queste piastrelle non mi piacciono..questo colore mi mette di cattivo umore..questo bagno è antichissimo!! e questo legno poi...". Ma il pensiero va subito ai costi, al fastidio di dover mettere tutto sottosopra, ai preventivi, ai lavori, quale stile scelgo, mi piace minimal ma anche un po' vintage....ecc ecc..

Sfatiamo subito alcuni luoghi comuni.

Non è vero che per rinnovare la tua casa devi fare per forza lavori di muratura, impiantistica, demolire, rompere. Bastano pitture, carte da parati, piastrelle, parquet flottanti e tante piante !!

Non è vero che occorre sempre comprare nuovi e costosi mobili: a volte basta semplicemente spostare la posizione di quelli che hai già, o dipingerli, foderarli, modificarli.

Non è vero che per rendere più luminosa la casa devi aprire muri, sventrare pareti, creare abbaini...basta giocare con colori, superfici e lampade! 

Non è vero che devi buttare tutte le cose che non usi e che sono ingombranti, perché con il riciclo creativo puoi dargli un altra funzione: e così una sedia può diventare un comodino, una credenza può diventare una cassettiera, una scala può diventare un appendiabiti ecc..

Hai solo bisogno di qualcuno che ti aiuti e ti guidi nella giusta direzione, per poter finalmente avere la casa dei tuoi sogni. se non ci credi, guarda questi esempi ;)

Concrete-Organic-Texture.

La tendenza all'utilizzo sperimentale di materiali artificiali, nati principalmente per usi strutturali, reinterpretati e plasmati in forme organiche che intendono evocare la sinuosità della natura, è un processo che inizia nei primi del '900 e che continua tutt'oggi. I risultati prodotti nel tempo sono interessanti a tutte le scale; si va dagli oggetti di design e d'arredo alle grandi opere architettoniche.

Girovagando per Sora (FR) e dintorni, si possono scovare interessanti tracce di momenti del passato in cui artigianato, industria, materiali e sperimentazione si fondevano alla ricerca del rapporto con la natura. Insomma, volendo magnificarsi, queste interessanti textures che macchiano il nostro territorio mostrano un inconscio atteggiamento avanguardista e precursore verso temi che ancora oggi trovano grande interesse tra designer, architetti ecc.

 Isola Del Liri (FR). 

Isola Del Liri (FR). 

 Sora (FR).

Sora (FR).

 Sora (FR).

Sora (FR).

Tiny Houses.

<<…se qualcuno si prefigge di costruirsi una casa per abitarvi, gli conviene servirsi un po’ dell’astuzia degli Yankees, se non vuol trovarsi poi, anziché in una casa, in uno stabilimento o in un labirinto senza uscita, o in un museo, o in un ospizio, o in una prigione, o in uno splendido mausoleo.>>.

(Henry David Thoreau, Walden ovvero Vita nei boschi)
 

Siano esse effimeri e isolati ripari per i boscaioli nei pressi del lago Walden, o poetiche espressioni dell'architettura spontanea, o moderne sperimentazioni di nuovi concept dell'abitare, le tiny house hanno sicuramente un grande fascino.

L'interesse per queste mini-case è cresciuto negli ultimi anni grazie diffusione delle "Students Tiny House Talk", piccole casette svedesi totalmente in legno e dal design moderno pensate da un architetto per ospitare gli studenti universitari. Costruite con materiali a ridotto impatto energetico e montate in loco per ridurre tempi e costi, questi economici alloggi sono dotati di ogni confort e complete di cucina, zona giorno, zona notte e bagno.

La convergenza tra un mercato immobiliare che va male, una cattiva economia ed una maggiore consapevolezza ambientale hanno oggi dato vita negli Stati Uniti ad un vero e proprio movimento ecologista fondato sul concetto di small houses: il "Tiny House Movement". Questo fenomeno riflette un’esigenza profonda e radicata di rinnovata eco sostenibilità e di ritorno alle origini, alla semplicità. 

Un approccio visionario e provocatorio di vita. Una soluzione radicale come risposta ad una semplice domanda: di quanto spazio, roba e comfort abbiamo davvero bisogno?

Mentre negli Stati Uniti il 70% della popolazione si indebita per costruire la propria casa, il 68% di chi possiede una tiny house non ha ipoteche o debiti e in compenso ha una vita più serena e confortevole, a costo quasi zero.

In Texas esistono delle vere e proprie “Tiny houses Town”, città composte da piccole case mobili dove si vive in modo semplice, organizzato ed efficiente. Qui è possibile anche partecipare a veri e propri workshop per realizzare la tiny house dei propri sogni.  

Il regista svedese Jasper Wachtmeister ha creato il manifesto del fenomeno tiny house nel suo documentario Microtopia con l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica verso questo nuovo concetto di casa. Il film esplora in che modo architetti, artisti e ordinari problem-solvers riescono a spingere i limiti per trovare risposte ai loro sogni di portabilità, flessibilità e indipendenza. 

Sui marciapiedi, sui tetti, nei paesaggi industriali o nella natura, queste piccole dimore soddisfino i sogni dei loro creatori.